Aveneu Park, Starling, Australia

Email Us

info@yourdomain.com

Call Us

+01 3434320324

Find Us

234 Littleton Street

Analista: Chainlink potrebbe ancora fissare dei minimi freschi nonostante il 30%+ Rally di ieri

Dopo un acquisto di più settimane di macinazione inferiore, Chainlink ha visto all’inizio di questa settimana un declino capitolare che si è verificato sotto forma di una brusca flessione. Questo ha causato il crollo di LINK a minimi sotto i 7,50 dollari – segnando un calo massiccio dai suoi massimi mensili di 20,00 dollari.

A seguito del crollo in questa regione dei prezzi, la criptovaluta ha subito un afflusso di pressione all’acquisto che l’ha portata a vedere una massiccia ripresa che l’ha portata a massimi di 10,50 dollari.

L’importanza di questo rimbalzo non può essere sopravvalutata, in quanto sembra aver modificato radicalmente le prospettive a medio termine della criptocurrency, con i suoi recenti minimi che potrebbero segnare un fondo a lungo termine.

Ha dovuto affrontare un leggero rifiuto ai suoi massimi quotidiani, ma sembra essere ben posizionato per vedere ulteriori guadagni a breve termine, quando i tori cominceranno a recuperare le forze.

Nonostante l’evidente forza che Chainlink sta attualmente esprimendo, è importante notare che gli analisti sono ancora diffidenti nei confronti della sua azione sui prezzi. Un trader osserva che si aspetta ancora che fissi un altro minimo prima di potersi rialzare.

Messaggi Chainlink „Recupero a forma di V“ a seguito di immersione sotto $7.50

Al momento della scrittura, Chainlink è in calo di poco più dell’1% al suo prezzo attuale di $9.70. Questo segna un leggero calo rispetto ai suoi recenti massimi di $10.50 che sono stati visitati per un breve periodo ieri. Il rally verso questi massimi è stato il risultato di due fattori primari.

In primo luogo, la reazione al suo calo al di sotto dei 7,50 dollari è stata piuttosto intensa, scatenando un massiccio afflusso di pressione sugli acquisti. Anche la ripresa di Bitcoin a 10.800 dollari ha perpetuato questa mossa.

Nonostante il rifiuto a questi massimi, la forza di LINK potrebbe estendersi ulteriormente nel prossimo futuro, quando i tori cercheranno di riprendere il controllo della sua azione di prezzo a breve termine.

Analista: E‘ ancora probabile che LINK stabilisca dei prezzi minimi più bassi

Nonostante l’evidente forza espressa negli ultimi due giorni, un trader si aspetta ancora che Chainlink scenda ai minimi storici. Ha messo in dubbio la veridicità di questa ripresa in un tweet, dicendo:

„Oggi sto ricevendo vibrazioni da Bitcoin, da quella mossa su LINK. Non pensate che siamo ancora fuori pericolo, pensate che probabilmente faremo un altro basso più basso prima che tutto questo sia finito“.

Lo ha detto in riferimento alla pompa dell’ottobre 2019 vista da Bitcoin, che l’ha fatta salire dai 7.000 dollari della regione a 10.500 dollari. Se quest’ultima pompa Chainlink finisce per essere simile alla „pompa della truffa“ di ottobre postata da Bitcoin, potrebbe significare che è imminente una brusca traccia.