Aveneu Park, Starling, Australia

Email Us

info@yourdomain.com

Call Us

+01 3434320324

Find Us

234 Littleton Street

Truffatori Bitcoin al passo con i tempi per estrarre 48 milioni di dollari nel 2020

Secondo recenti rapporti, i truffatori Bitcoin sono in lacrime quest’anno, e potrebbero essere in procinto di estrarre quasi 50 milioni di dollari nel 2020, che non include gli schemi di Ponzi. Con le risorse digitali ancora estranee a molti nuovi arrivati, i truffatori continuano a trarre vantaggio attraverso vari metodi come omaggi, falsi scambi, falsi ICO e molti altri.

Truffe nel 2020

Secondo un recente rapporto, i truffatori Bitcoin Compass hanno estratto circa 24 milioni di dollari nei primi 6 mesi di quest’anno. È importante notare che queste stime non includono gli schemi di Ponzi. I dati provengono dal popolare gruppo di Twitter, „Whale Alerts“, che fornisce quotidianamente analisi a 237K+ seguaci. Secondo un recente post di Medium, il gruppo di professionisti dei dati ha lanciato nuovi strumenti per il tracciamento delle attività criminali. Analizzando centinaia di migliaia di set di dati, il gruppo ritiene che alcuni dei principali truffatori stiano guadagnando quasi 130.000 dollari al giorno. La parte più inquietante del rapporto è che Whale Alerts ritiene che il mercato della truffa sia cresciuto di oltre „20 volte“ dal 2017, con entrate annuali pari ad almeno 50 milioni di dollari.

Metodi di truffa più popolari

La natura decentralizzata del Bitcoin ha aperto infinite opportunità per i truffatori. Secondo Whale Alerts, alcuni dei metodi più popolari includono omaggi, sestorizzazioni, falsi scambi, false offerte di monete iniziali, video truffe, schemi di ponzi, finti tumbler, malware e molti altri.

Sin dall’inizio, il malware è stato uno dei modi più popolari per i truffatori per guadagnare cripto. Senza nemmeno saperlo, il malware infetta i computer e utilizza la potenza di elaborazione per estrarre i cripto. È stato un problema tale che giganti come IBM e BlackBerry hanno unito le forze per eliminarlo. Con così tanti nuovi arrivati che entrano in cripto ogni giorno, i truffatori hanno un arsenale di strategie che vengono messe in atto. Finché il livello di istruzione in crittografia non sarà migliore, è difficile immaginare un ambiente in cui questi numeri scendono. In un mondo normale, la persona media non darebbe a qualcuno i suoi numeri di banca o di routing. Nel mondo della crittografia, i nuovi utenti danno via i loro indirizzi di portafoglio come se non fossero nulla, a causa della mancanza di istruzione.

I Deepfakes sono i prossimi

Sulla base della ricerca Whale Alerts, il gruppo ritiene che una tecnica chiamata „Deepfakes“ potrebbe essere il prossimo approccio dei truffatori. Deepfakes usa l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per creare contenuti falsi. Un deepfake è un’immagine, un video o un audio che può passare per una persona reale anche se è stato fabbricato. Permette ai truffatori di screditare chiunque, con l’obiettivo di diffondere la disinformazione. I deepfake sono stati usati per scambiare volti di celebrità con video pornografici. Nel mondo dei cripto, aprirebbe la porta a tutti i tipi di truffe. Abbiamo già visto truffatori che impersonavano personaggi di spicco come Bill Gates su canali YouTube piratati per trasmettere falsi omaggi crittografici.

In un rapporto di Visionary Financial, il fondatore di DeepTrust Alliance ha condiviso una presentazione su YouTube riguardante i falsificati che sono stati eliminati. Kathryn Harrison ha fatto una presentazione all’Ethereal Virtual Summit, in cui ha spiegato come la tecnologia blockchain possa prevenire i deepfakes. Anche se il video era legale al 100%, YouTube lo ha eliminato perché credeva che fosse un vero e proprio deepfake.

Nonostante nessuno parli di falsi profondi in questo momento, il metodo continua ad essere in scala. A parte DeepTrust Alliance, sarà interessante vedere quali altre aziende tentano di distruggere il paradiso dei truffatori. Per quanto riguarda YouTube, la piattaforma è piena di truffatori che promuovono il crypto. Più di recente, Ripple ha intentato una causa contro YouTube per falsi omaggi di crypto. La società dietro XRP ha dichiarato di aver ricevuto 350 lamentele per l’imitazione e la truffa.

Con i proventi della truffa diretti verso alcuni dei più grandi scambi al mondo, sarà fondamentale che l’industria si riunisca. Le borse creano delle scorciatoie verso le banche tradizionali, il che peggiora ulteriormente la situazione. Se le autorità di regolamentazione continueranno a vedere questo tipo di comportamento, sarà estremamente difficile vedere un’adozione di massa. La gente può discutere di partiti centralizzati quanto vuole, ma alla fine della giornata, se vieni truffato, chiami la tua banca. Se vieni truffato in crypto, finisci per chiamare tua madre.